Illuminazione LED

LED

La tecnologia LED rappresenta l’evoluzione dell’illuminazione allo stato solido, la luce generata è ottenuta mediante semiconduttori anziché utilizzando un filamento o un gas. L’illuminazione LED è più efficiente dal punto di vista energetico, ha una durata maggiore ed è più sostenibile. Le innovative soluzioni di utilizzo consentono l’impiego in case, automobili, negozi e città. L’illuminazione LED è destinata a sostituire nel tempo le lampade tradizionali a incandescenza e fluorescenza.

Uno dei punti di forza della tecnologia LED è il risparmio energetico; a parità di potenza illuminante una lampada a LED consuma circa un terzo rispetto a una equivalente al neon. Altro punto fondamentale è la durata di funzionamento: i LED mantengono il 70% dell’emissione luminosa iniziale ancora dopo 50.000 ore. Con ciò non è detto che bisogna necessariamente sostituirli dopo tale periodo, se tale riduzione non crea eccessivi fastidi si possono tranquillamente utilizzare fino alla completa perdita di luminosità, stimata intorno le 100.000 ore.

Ipotizzando un funzionamento medio di 6 ore al giorno di seguito viene confrontata la durata delle lampade a LED rispetto alle tecnologie tradizionali di illuminazione.

• La vita media di una lampadina a filamento è di circa 250 giorni
• La vita media di una lampada a scarica è di circa 666 giorni
• La vita media di una lampada fluorescente è di cica 1.000 giorni
• La vita media di una lampada a led è di 8.333 giorni

La tecnologia LED ha un’alta efficienza luminosa, non inquina e non contiene sostanze pericolose.

Nessuna emissione di raggi U.V. (ultravioletto) che in via generale sono dannosi per l’uomo per lunghe esposizioni nel tempo. Nessuna emissione di raggi I.R. (radiazione infrarossa), dannosi agli occhi per esposizioni dirette.

I LED non emettono luce calda, generano calore ma lo trattengono al loro interno. La potenza usata viene così impiegata al meglio per l’illuminazione, ottimizzando l’efficienza. La temperatura media raramente è superiore a 50°, possono quindi essere installati a contatto con legno, plastica e tutti quei materiali che temono l’eccessivo calore.

Notevole sarà anche il risparmio nel climatizzare un ambiente molto illuminato: infatti una lampada ad incandescenza o alogena produce una notevole quantità di calore disperso nell’ambiente e normalmente, quando si eseguono dei calcoli per la progettazione di un impianto di climatizzazione, viene considerata come una fonte di calore da abbattere di circa 75 W. L’equivalente fonte di luce, ma a LED, viene valutata con margine ridondante a circa 15 W .

I costi di manutenzione degli apparati di illuminazione a LED sono praticamente nulli.

Le tipologie di led in commercio sono compatibili con dimensioni / attacchi / tensioni di alimentazione esistenti: basta svitare ed avvitare, sfilare ed infilare al posto delle altre lampade.